Premessa

La musicoterapia è un intervento di carattere preventivo e terapeutico-riabilitativo che utilizza l'espressione musicale in quanto forma di comunicazione non verbale, finalizzandola al mantenimento e alla stimolazione di funzioni quali l'espressione, la motricità, la consapevolezza di sé, la capacità relazionale, e altre.


Infanzia e musicoterapia

La musicoterapia agisce in senso spaziale, temporale, e relazionale nei confronti di varie patologie e disturbi infantili. L'intervento prevede la stimolazione delle funzioni cognitive legate all'orientamento spazio-temporale, alle capacità verbali, motorie e relazionali. Si usa il potere evocativo dei suoni e della musica, ascoltata, suonata o cantata, per aiutare i bambini a ritrovarsi nel momento presente, per permettere l'esplorazione dei territori emozionali inespressi ad agire nel “qui e ora”.


Obiettivi

Gli interventi individuali hanno specifiche finalità che sintetizziamo di seguito:

✔ Offrire occasione di coinvolgimento, incontro e confronto con la mediazione della musica;

✔ Attraverso il gioco dei suoni, dar vita a esperienze emotivamente significative;

✔ Sviluppare modalità inedite di comunicazione tra il bambino e il musicoterapista, attraverso il “dialogo sonoro”;

✔ Attivare una diversa modalità di osservazione dei bambini, per meglio comprendere aspetti profondi di ognuno di loro ed eventualmente definire percorsi di presa in carico individuali;

✔ Attivare un percorso specifico per le singole esigenze del bambino in modo da valorizzare le sue abilità per poter lavorare sui deficit e sulle zone d'ombra.


Destinatari e tempi di realizzazione

Il progetto è rivolto ai bambini e adolescenti con deficit intellettivo o altri disturbi, anche lievi. Si prevedono: un incontro di conoscenza con la famiglia, un incontro con il bambino e poi la valutazione di un ciclo di incontri individuali, della durata da stabilirsi. Gli incontri hanno la durata di un'ora ciascuno, con cadenza settimanale da calendarizzare in modo coordinato. Eventualmente verranno contattate le figure mediche di cura di riferimento del bambino per creare un lavoro di equipe.



Il setting

Lo spazio scelto per l'intervento verrà definito dall'associazione SuonoMusica nei prossimi tempi. Dovrà essere sufficientemente ampio per poter accogliere due persone, il loro movimento nello spazio, sarà arioso e accogliente. Sarà un luogo libero da ingombri di arredamento, sarà tranquillo, nel quale non ci sia flusso di persone e che possa garantire la serenità degli incontri.  

Musicoterapisti:

Giorgia Monti e Gabriella Ugo